ADR_ESENZIONI

I rifiuti pericolosi viaggiano sempre in ADR?

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in ADR (Accord Dangereuse Routiers), Il Trasporto dei Rifiuti

Al fine di tranquillizzare i lettori diamo subito la risposta alla domanda posta nel titolo di questo articolo: No.

Non tutti i rifiuti pericolosi viaggiano in ADR.

E’ errata convinzione che vi sia una diretta corrispondenza tra i codici CER dei rifiuti pericolosi ed il regolamento ADR.

Le motivazioni che conducono i Produttori di rifiuti ed in alcuni casi anche i trasportatori ad adottare tale convinzione sono molteplici e frutto di diverse situazioni e condizioni che non staremo qui ad illustrare.

read more

ADR_ESENZIONI

I rifiuti pericolosi viaggiano sempre in ADR?

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in ADR (Accord Dangereuse Routiers), Normativa

Al fine di tranquillizzare i lettori diamo subito la risposta alla domanda posta nel titolo di questo articolo: No.

Non tutti i rifiuti pericolosi viaggiano in ADR.

E’ errata convinzione che vi sia una diretta corrispondenza tra i codici CER dei rifiuti pericolosi ed il regolamento ADR.

Le motivazioni che conducono i Produttori di rifiuti ed in alcuni casi anche i trasportatori ad adottare tale convinzione sono molteplici e frutto di diverse situazioni e condizioni che non staremo qui ad illustrare.

read more

formazioneadr

ADR 2017: IN ARRIVO TUTTE LE NOVITA’!

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in ADR (Accord Dangereuse Routiers)

L’Accordo europeo sul trasporto internazionale di merci pericolose su strada (ADR), è stato firmato a Ginevra (CH) per la prima volta il 30/09/1957 tra gli allora 12 paesi facenti parte della Comunità Economica Europea.

Ad oggi, sono ben 48 i paesi aderenti con una estensione territoriale che oramai travalica i confini dell’ Unione Europea.

Le regole fissate nei due allegati tecnici all’Accordo, garantiscono la giusta sicurezza per le persone e per l’ambiente nella gestione di questi particolari trasporti.

read more

Corsi_ambiente

TRASPORTO DI MERCI PERICOLOSE. NOMINA DEL CONSULENTE ADR: I CASI DI ESENZIONE.

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in ADR (Accord Dangereuse Routiers)

Il DM 4 luglio 2000 del Ministero Trasporti, statuisce quelli che sono i casi di esenzione con riferimento alla nomina del Consulente ADR per le aziende che si occupano di trasporto e operazioni connesse al trasporto (carico, scarico e movimentazione) di merci pericolose.

I requisiti per poter usufruire di questa agevolazione sono:

A) effettuare sempre, esclusivamente, trasporti in esenzione parziale e/o totale (vedere anche art. 3, comma 6, lettera ‘a’ – D.Lgs. 40/2000);
B) effettuare trasporti in colli od alla rinfusa, in ambito nazionale, di materie od oggetti ai quali è associato il riconoscimento del livello di rischio più basso (gruppo d’imballaggio III);
C) effettuare operazioni di carico delle merci di cui alla lettera B), in colli od alla rinfusa, ovvero anche in cisterna qualora le materie caricate siano residui di lavorazione e rifiuti prodotti dall’impresa stessa.

read more

3d image of colorful container

ADR ACCORDO MULTILATERALE M287

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in ADR (Accord Dangereuse Routiers)

TRASPORTO RIFIUTI PERICOLOSI ADR: L’ITALIA FIRMA IL NUOVO ACCORDO M287

Lo scorso giugno l’Italia ha firmato l’Accordo multilaterale M287 (ai sensi della sezione 1.5.1 dell’ADR).

Tale documento ha come oggetto alcune importanti deroghe riguardanti l’applicazione della disciplina inerente il trasporto stradale di merci pericolose al trasporto dei rifiuti.

Le novità principali ricalcano in gran parte quanto già contenuto nell’Accordo M222 scaduto nell’agosto 2015.

Alla data attuale l’UNECE non ha ancora ufficializzato e pubblicato sul sito l’adesione italiana al documento e tanto meno ha tradotto il contenuto dello stesso nella nostra lingua.

read more

ADR_2017_Serbatoi_carburante

ADR 2017: NOVITA’ PER I SERBATOI DEI VEICOLI

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in ADR (Accord Dangereuse Routiers)

Con l’ADR 2017 sono state effettuate modifiche anche al paragrafo 9.2.4.3 che introduce nuove disposizioni per i  alimentati con:

– carburanti liquidi;
– gas naturale compresso (GNC);
– gas naturale liquefatto (GNL);
– gas potroli liquefatti (GPL).

Nello specifico, i serbatoi con carburanti liquidi DEVONO essere conformi alle disposizioni del Regolamento ECE n. 34 in vigore da tempo.

I veicoli ADR EX/II, EX/III, FL e OX in circolazione dotati di serbatoi non omologati secondo tale regolamento potranno continuare a essere utilizzati dopo il 30 giugno 2017 (paragrafo 1.6.5.16 – ADR 2017).

read more